Navigazione veloce
stampa questa pagina stampa questa pagina

Didattica

FINALITA’ E OBIETTIVI GENERALI

dal PIANO TRIENNALE dell’ OFFERTA FORMATIVA 2016 – 2019

Il Liceo “Teresa Ciceri” è una comunità operante per la formazione culturale e civile dei giovani che le sono affidati, con la partecipazione di docenti, studenti, famiglie e personale non insegnante.

In questo suo ruolo il Liceo si ispira al principio della Costituzione repubblicana del diritto inalienabile alla formazione.

I principi ispiratori si riassumono nella definizione dei seguenti obiettivi :

A. costruire l’identità culturale degli alunni attraverso i diversi indirizzi attivati nella scuola;
B. partecipare alla progettualità educativa e formativa in relazione alle esigenze della comunità e della società civile, valorizzando modalità flessibili nell’organizzazione degli interventi didattici;
C. favorire il ruolo del Liceo nel rapporto con il territorio, in particolare attraverso attività di partenariato, convenzioni, stages e alternanza scuola/lavoro per gli studenti;
D. condividere i bisogni reali degli studenti e delle famiglie nella consapevolezza che la partecipazione è assunzione di responsabilità;
E. valorizzare la centralità del ruolo del Collegio Docenti nella elaborazione della progettazione delle attività educative;
F. rispondere alla complessità del problema della formazione con diverse iniziative, coordinate ad una finalità generale: ottenere più alti livelli di scolarità e di successo formativo, definiti da conoscenze e competenze chiare e precise;
G. raccogliere in forma unitaria l’insieme dei Progetti e delle iniziative attivate per intervenire sui bisogni prioritari del Liceo coordinando i vari momenti dell’azione pedagogica.

Il POF triennale elaborato dal Collegio docenti del Liceo “Teresa Ciceri” esplicita le scelte educative e organizzative e le modalità di utilizzazione delle risorse secondo i criteri definiti dal D.P.R. 275/99 (“Regolamento sull’Autonomia delle Istituzioni scolastiche”), come modificato dall’art. 1, comma 14, della L. 107/015.
Il Collegio Docenti ed il Consiglio d’Istituto definiscono il piano organizzativo in funzione di:

a. bisogni formativi rilevati
b. proposte culturali
c. scelte educative
d. attività di sostegno, di recupero, di orientamento e di formazione integrata.

Il Consiglio d’Istituto nell’approvare il POF Triennale definisce anche la politica della qualità e la promuove attraverso l’informazione a tutti i soggetti coinvolti; essa scaturisce dalle strategie che il Liceo persegue per assicurare prestazioni adeguate alle reali esigenze. La politica della qualità in vigore è finalizzata a perseguire i seguenti obiettivi generali :

a. gestire con trasparenza ogni azione e procedura,
b. migliorare la comunicazione all’interno e all’esterno della Scuola;
c. facilitare lo svolgimento e lo snellimento dell’azione amministrativa;
d. monitorare le attività svolte per individuare punti di debolezza e raccogliere proposte per il miglioramento dell’offerta formativa.

L’offerta formativa proposta dal Collegio dei Docenti, in coerenza con il Rapporto di Autovalutazione 2014/15 e in relazione al Piano di Miglioramento individuato, è caratterizzata da un modello educativo indirizzato a:

a. migliorare il livello di successo scolastico degli alunni, riducendo gradualmente, attraverso strategie mirate di recupero e sostegno, il numero di non ammessi alla classe successiva, in particolare dalla prima alla seconda classe, o all’esame di stato
b. acquisire un abito mentale critico in chiave di partecipazione consapevole alla cittadinanza, valorizzando il pluralismo di opinioni
c. sviluppare capacità di scelta autonoma, attitudini e interessi per un consapevole orientamento post-secondario

Annualmente il percorso per il raggiungimento degli obiettivi formativi è definito dalla programmazione didattica in tutte le sue fasi, da quelle collegiali a quella del singolo docente.
Ad inizio di ogni anno scolastico, in riferimento agli obiettivi e alle finalità indicate nel P.O.F., il Consiglio di classe elabora ed approva il percorso formativo della classe, nel quale è definito il contributo delle varie aree disciplinari per il raggiungimento degli obiettivi e delle finalità. Tale percorso è sottoposto sistematicamente a momenti di verifica e di valutazione dei risultati, al fine di adeguare l’azione didattica alle esigenze che emergono in itinere.
La programmazione del singolo docente è redatta, annualmente, coerentemente a quella elaborata dal Coordinato di Disciplina e in riferimento al piano di lavoro del Consiglio di Classe.
Periodicamente discussa e impostata collegialmente (Collegio dei Docenti, Coordinamenti disciplinari, Consiglio di Classe), la valutazione, così come la programmazione didattica, è anch’essa un processo con caratteristiche di continuità; essa si articola come un processo continuo di confronto critico fra gli obiettivi proposti come traguardo del processo formativo e il livello raggiunto dall’alunno. Essa mette a fuoco da un lato la situazione educativa dello studente con funzione di informazione e di orientamento (e quindi con valenza solo formativa) e dall’altro i risultati del processo di insegnamento con conseguenti riflessi sull’attività del docente e sulla programmazione disciplinare.
Il Collegio dei docenti nella programmazione dell’attività didattica individua quali obiettivi fondamentali i seguenti:

a. rafforzare il processo di accoglienza formativa nella fase di ingresso
b. potenziare le modalità della didattica laboratoriale e interdisciplinare, anche con l’ausilio delle nuove tecnologie
c. individuare le strategie, sia curricolari che extracurricolari, più idonee al recupero delle conoscenze e delle competenze essenziali,
d. predisporre percorsi, curricolari e/o extracurricolari per la valorizzazione delle eccellenze e per contrastare la dispersione.
e. progettare attività didattiche che siano mirate a sviluppare una cultura della partecipazione attiva nella cittadinanza, dell’interculturalità e di responsabilità ambientale

L’organico dell’autonomia triennale per il conseguimento degli obiettivi e delle finalità generali e per lo svolgimento delle attività didattiche connesse alle specifiche caratteristiche dei corsi di studio attivi nel Liceo, è definito dal Collegio dei Docenti secondo le linee indicate nell’allegato 1.
Il piano complessivo di formazione di tutto il personale (docente ed ATA) per il supporto all’offerta formativa e all’innovazione è indicato nell’allegato 3.
L’organigramma annuale delle figure di sistema strategiche per il supporto organizzativo alla realizzazione delle finalità e degli obiettivi generali è indicato all’allegato 9.

Highslide for Wordpress Plugin

contatore visite attivo dal 3/06/2013