Ultima modifica: 10 Marzo 2019

Il Liceo Ciceri vince le Romanae Disputationes

Il team composto dalle studentesse Chiara Barcella e Sefora Vallarin e accompagnato dalla prof.ssa Berenice Chimienti, ha vinto il concorso affermandosi al primo posto su cinquemila partecipanti

Gli studenti del Liceo anche quest’anno hanno partecipato alle “Romanae Disputationes”, la competizione nazionale di filosofia organizzata dall’Università Alma Mater Studiorum di Bologna.

Il tema proposto per l’edizione 2018/19 era: “Un extrême désir. Natura e possibilità del desiderio”. Il nostro Liceo ha partecipato con due team, uno del Liceo Musicale e uno del Liceo delle Scienze Umane; i due saggi filosofici, particolarmente intensi sotto il profilo umano e noetico, erano rispettivamente intitolati:“Tra antichità e modernità: il desiderio come cadenza d’inganno” (Chiara Barcella e Sefora Vallarin – classe 4M) e “Rimanere infinito. Note a margine dai luoghi della mancanza” (Chiara Martinelli, Noemi Primerano, Cecilia Scarica e Gaia Stevenazzi – classe 4UA).

Il team della classe 4M del Liceo Musicale, guidato dalla prof.ssa Berenice Chimienti, si è classificato al primo posto nella categoria “Studenti junior”; la commissione giudicatrice, sul lavoro premiato, ha espresso il seguente giudizio di merito: “Lavoro originale e molto personale che rivela profondità e chiarezza, cita con disinvoltura Socrate, Cartesio e Baricco; porta avanti una tesi: il desiderio in chiave positiva fino alla musica che lo esprime, che enuncia e sviluppa in modo argomentato, preciso e puntuale. Un lavoro non solo ottimo, ma anche originale, sintetico e maturo”.

Il referente d’Istituto per il progetto “Romanae Disputationes”,  prof. Francesco Paolo Ammirata, ha seguito da vicino il percorso di formazione dei due team, attraverso laboratori mirati sulle teorie e le tecniche dell’argomentazione filosofica, rilevando in più occasioni la straordinaria caparbietà e l’incrollabile impegno quotidiano delle studentesse coinvolte.

Il Dirigente scolastico e il Dipartimento di Filosofia ringraziano tutti i partecipanti, indirizzando i più sentiti complimenti alle studentesse Chiara Barcella e Sefora Vallarin per avere meritoriamente rappresentato la tradizione e la storia del Liceo Ciceri in una competizione nazionale di eccellenza.

Il risultato di quest’anno fa infatti seguito alla menzione d’onore assegnata dal Comitato Didattico delle “Romanae Disputationes” nell’edizione 2017/18 (tema: “La natura del bello”) al lavoro “La natura del bello. Il tradimento linguistico della dimensione umana” degli studenti della classe 4UD del Liceo delle Scienze Umane (Alessandro Cangiano, Letizia Petrungaro e Eleonora Pini).