Ultima modifica: 18 Febbraio 2019

Liceo Linguistico

Il Liceo Linguistico si avvale della vasta esperienza maturata dai Docenti in tanti anni di gestione del Liceo Linguistico secondo i programmi “Brocca”, liceo presente al Ciceri dall’anno scolastico 1992/1993 ed ora sostituito dal nuovo ordinamento.

il Liceo Linguistico è un indirizzo che ha come obiettivo primario l’apprendimento delle lingue e culture europee e lo sviluppo di una coscienza europea, quale il nostro essere cittadini dell’Unione richiede. 

Questa finalità accompagna e perfeziona quello che è l’obiettivo fondamentale del nostro, come di ogni ciclo di studi superiori: la formazione dell’autonomia personale intesa come insieme di competenze intellettuali necessarie per leggere ed interpretare la realtà, ma anche come scelta responsabile di valori sui quali fondare la propria vita e quella della comunità di appartenenza.

Nell’ottica poi del mondo attuale, la cosiddetta “società conoscitiva”, tali competenze e valori sono da intendersi anche nel senso di preparazione e disponibilità alla formazione continua richiesta per adeguarsi al rapido cambiamento delle strutture tecnologiche, economiche e sociali.

A tali fini è impostato il curricolo di studi, articolato in un due bienni e in un ultimo anno. Il primo è momento di congiunzione con la scuola dell’obbligo: rende omogenea la preparazione degli alunni e getta le basi delle conoscenze linguistiche attraverso lo studio, propedeutico, del latino, e di tre lingue fondamentali dell’Unione europea: francese, inglese, spagnolo o tedesco.

Il biennio successivo e l’ultimo anno mirano invece ad offrire una buona culturale generale, come sintesi di elementi umanistici e scientifici, e a sviluppare le competenze necessarie per affrontare la complessa società contemporanea. A questo concorrono le varie discipline nella loro specificità in modo diverso e complementare.

E’ un corso di studi moderno ed innovativo, che si caratterizza per l’importanza che vi riveste lo studio delle lingue straniere per cui ci si avvale di un attrezzato laboratorio linguistico e della preziosa assistenza di lettori di madre lingua. Inoltre la presenza di materie come latino, italiano, filosofia, storia, storia dell’arte, matematica, fisica, scienze, contribuisce ad esaltare l’aspetto veramente moderno del sapere.

Esso si rivolge ad una società che allarga i propri confini all’Europa e sa rispondere a nuove sollecitudini come la mobilità giovanile, la circolazione di informazioni in lingue diverse, la gestione delle nuove tecnologie della comunicazione.
Il nostro Liceo segue la riforma del Ministero dell’Istruzione con il nuovo piano di studi.

Al termine dei cinque anni si consegue il titolo di “Licenza Linguistica” che consente l’accesso ad ogni tipo di facoltà universitaria o a corsi postdiploma.

materieIIIIIIIVV
Italiano44444
Latino22   
Lingua e cultura Stran. 144333
Lingua e cultura Stran. 233444
Lingua e cultura Stran. 3 *33444
Storia e Geografia33   
Storia  222
Filosofia  222
Matematica **33222
Fisica  222
Scienze naturali ***22222
Storia dell’Arte  222
Scienze Motorie e Sportive22222
Religione Cattolica /AA.11111
totale ore sett.2727303030

* OPZIONI LINGUE:

  • INGLESE-FRANCESE-TEDESCO
  • INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO
  • INGLESE-TEDESCO-SPAGNOLO

Sono comprese 33 ore annuali di conversazione con docente madrelingua

** Con informatica al primo biennio

*** Biologia, Chimica, Scienze della terra

Quali sono le specificità del Liceo Linguistico?

Il Liceo Linguistico si caratterizza per la curiosità per altre culture: lo studio di tre lingue straniere per cinque anni ha molte valenze in quanto, oltre ad acquisire competenze comunicative in lingue comunitarie ed extracomunitarie (si studiano inglese, francese, spagnolo e tedesco), permette di conoscere, anche comparativamente, la cultura di popoli vicini e lontani, di superare i pregiudizi e gli stereotipi. Lo studio linguistico si avvale perciò di insegnanti madrelingua che accompagnano il docente di lingua straniera per un’ora alla settimana. Le altre discipline, pur non trascurando una solida preparazione di base, sono connotate da questa forte impostazione: ad esempio lo studio dell’italiano è attuato in modo da padroneggiare la lingua madre sia per garantire le adeguate competenze espressive, sia per aiutare l’apprendimento delle lingue straniere con opportune comparazioni. Altro esempio può essere fatto con il latino, previsto per i due anni di biennio, fondamentale per consolidare le competenze grammaticali, etimologiche e facilitare la comparazione tra lingue differenti attraverso il riconoscimento della comune radice latina (per il francese e lo spagnolo) o per evidenziare le differenze strutturali (per l’inglese, il tedesco – che è simile al latino per l’uso delle declinazioni -). Trasversale a tutte le discipline è infine il lavoro sui linguaggi, compresi quello matematico o scientifico, e sull’acquisizione di strumenti di analisi di testi di ogni genere.

Vuoi saperne di più?

Contattaci alla mail orientamento@teresaciceri.eu oppure vai sul sito del Ministero orientamentoistruzione.it